LA SEDUZIONE DELL'ARTE

Una delle piu' belle installazioni - ex Chiesa di San Michele a Fano , Marche gennaio 2014






Fano gennaio 2014  La  Seduzione dell' Arte

L'artista propone con grande creatività ed inventiva l'arte del polimaterico , esprime il concetto dell'importanza del riciclo e della sperimentazione del materiale ed è solita ricreare suggestioni ed emozioni attraverso ambienti ed installazioni . Il suo background artistico le ha permesso di crescere a contatto con l'arte e le sue innumerevoli sfacettature , alimentando il desiderio di ricerca e di creazioni che non si limitano alla pittura ed al figurativo. Ha partecipato a molte importanti esposizioni tra il 2010 e il 2013 e le sue tecniche innovative che vedono utilizzate lacche, paste e plastiche le garantiscono una presenza esclusiva in ambito artistico. Le figure umane ricreate da Elena Clelia Budai ( in arte Elecle ) sono la perfetta rappresentazione dell'uomo e del rivestimento che esso necessita per proporsi in una società che troppo spesso non consente la libera espressione di sè. Nel polimaterico dell'artista troviamo lineamenti scultorei di proporzioni perfette ma in cui viene penalizzata volutamente la manifestazione dell'espressione facciale , la superficie liscia del volto solitamente di colore bianco o rosso trasmette uniformità e perfezione. La perfezione e l'uniformità dei volti e dei corpi però, creano difficoltà nello scorgere l'emozione del soggetto proposto: le plastiche e le lacche utilizzate dall'artista rendono necessaria l'interpretazione osservando la forma nel suo insieme e non il singolo dettaglio di uno sguardo o di un lineamento. Le figure e i volti vengono ricostruiti e nel tempo stesso ricoperti con il materiale che diventa parte integrante del significato dell'opera e non solo il mezzo per la creazione della stessa. 
Critico dell' Arte 
Prof. Giorgio Gregorio Grasso 

This artist proposes whit great creativity and inventiveness the art of plurimaterial, she expresses the concept of the art of recycling and experimenting whit materials, which recreates memories and emotions through the environment and installations . Her artistic background has allowed her to grow toghether with her art and its countless facets, feeding the wish for research and creation that are not limited just to figurative. She has participated in many important exhibitions between 2010 and 2013 and her innovative techniques, that see her use lacques, pastes and plastic provide an exclusive presence in the art world. The human figures recreated by Elena Clelia Budai ( aka Elecle ) are the percfet representation of a man and this clothes that has a constant need to re-present himself in a society that too often does not allow for self expression. In plurimateric we discover the artist's sculptural features that are perfectly proportioned but also deliberately penalized in the manifestation of the facial expressions, the smooths surface of the face, generaly white and red , trasmit uniformity and perfection . The perfection and uniformity of the faces and bodies however, create difficulties in seeing the emotion of the proposed subjet the plastics used by the artist make it necessary to interpretate by observing the shape as a whole and not in the singular detail of a look or feature . The figures and faces are reconstructed and the same time covered whit the material, which becomes an integral part of the meaning of the work and not only a means for the creation of it . --- Giorgio Gregorio Grasso , Italian critical of art


Grazie a Loreta Larkina , Giorgio Gregorio Grasso e a tutti gli amici di Fano e Pesaro


Commenti

Post popolari in questo blog

7° Biennale Internazionale di Arti Visive - Villa Farsetti